MAGAZZINI DEL FUTURO A GREEN LOGISTICS EXPO NELL’ ERA DELL’INTERNET OF THINGS E DELLA ROBOTIZZAZIONE

Con il termine intralogistica facciamo riferimento all’organizzazione dei flussi di materiali e informazioni all’interno di una azienda. Identifichiamo quindi i processi di logistica interna, come la movimentazione di merci, la gestione del magazzino e dello stock.  Questo segmento della logistica è una delle aree con maggiore potenzialità di miglioramento, anche per il fatto  che i suoi processi sono totalmente sotto il controllo dell’azienda stessa e non dipendono da fattori esterni imprevedibili. Green Logistics Expo dedica uno significativo spazio alla intralogistica grazie alla partecipazione di aziende espositrici leader in questo segmento.

Anche la logistica interna infatti è sintonizzata con l’impresa 4.0, non solo attraverso adeguate soluzioni software, ma anche grazie ad un più efficiente e moderno  disegno degli stessi magazzini che sfruttano le diverse soluzioni di stoccaggio.  La movimentazione è sempre più automatizzata grazie anche alla robotizzazione delle operazioni più ripetitive, lasciando all’uomo i compiti più complessi.  In questo campo assistiamo alla diffusione anche di robot collaborativi e di bracci antropomorfi, o di dispositivi indossabili, che alleviano la fatica dell’operatore.  Nei magazzini si stanno diffondendo applicazioni di IoT (Internet of Things) che trasferiscono le informazioni dal mondo fisico a quello digitale, ma anche soluzioni di realtà aumentata per il picking manuale tramite smart glasses, terminali a radiofrequenza e pallet shuttle, solo per citarne alcune. Green Logistics Expo è attento all’innovazione nei magazzini  ma anche  dei magazzini: grazie all’ Osservatorio sull’Immobiliare Logistico (OSIL) della LIUC Business School presenta, in un interessante convegno (19 marzo, ore 14.00)  i risultati dello studio che ha interessato oltre 450  CeDi ( Centri Distributivi) italiani.  Uno studio reso possibile dallo sviluppo di un innovativo modello di rating  che valuta la qualità e funzionalità dei magazzini stessi.  Da qualche anno, infatti, i Ce.Di. sono al centro di una vera e propria rivoluzione, a seguito della crescita della centralizzazione dei flussi logistici per aumentare il servizio alla rete dei punti vendita riducendo il costo totale.  Nel corso del dibattito, grazie alla presenza di esperti del real estate logistico quali Logistics Line, Trilux e World Capital, i partecipanti potranno entrare nel merito delle principali soluzioni e tecnologie per un magazzino di qualità, anche nell’insegna della sostenibilità. Al termine del convegno a tutti i partecipanti sarà regalata una copia del volume “Logistica 5.0: magazzini di qualità per servizi di eccellenza” curato dai ricercatori del Centro sulla Logistica e il Supply Chain Management della LIUC Business School e che riassume i principali risultati della ricerca dell’Osservatorio OSIL.

Maggiori informazioni:

www.greenlogisticsexpo.it

Indietro

Avanti