Fotovoltaico, è boom dei sistemi di accumulo: come scegliere il prodotto giusto?

Consulenti improvvisati, informazioni parziali o talvolta persino errate, promesse mirabolanti: attorno ai sistemi di accumulo per l’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici si è scatenata una vera e propria corsa.

Il tema è oggetto di grande attenzione e grande interesse: il bando pubblicato la scorsa estate dalla Regione Veneto (dgr 840/2019), che per la prima volta ha stanziato contributi a fondo perduto per il finanziamento di questo tipo di interventi, ha registrato un boom di richieste – oltre 2600 le domande presentate – tanto che in novembre Palazzo Balbi ha deciso di rifinanziarlo con un nuovo contributo di 5 milioni di euro.

Come scegliere il sistema migliore? Come calcolare la convenienza e il ritorno dell’investimento per il sistema di accumulo? Domande di non facile risposta, e non sempre chi si propone come consulente sa offrire indicazioni corrette e disinteressate.

“Interventi di questo tipo – spiega Carlo Dario, consigliere del direttivo del CasaClima Network Padova, Rovigo e Venezia – vanno sempre contestualizzati in un più generale intervento di riqualificazione energetica dell’abitazione. E’ necessaria una visione di insieme: solo con questo approccio si può misurare il reale ritorno dell’investimento”.

Ecco che Casa su Misura, con la sua area (Ri)costruire, è il luogo in cui trovare un servizio di consulenza qualificato e a 360 gradi proposto gratuitamente dall’agenzia bolzanina leader nel settore.

Un’occasione preziosa anche per chi vuole cogliere le opportunità del nuovo bando regionale per il recupero dei sottotetti (legge regionale n.51 del 23 dicembre 2019): la nuova misura approvata dalla Regione apre la possibilità di recuperare ad uso abitativo questi spazi, ma solo se viene effettuato contestualmente un intervento di recupero energetico.

Anche in questo caso la consulenza di un esperto può risultare davvero preziosa.

Indietro

Avanti